Le Cure Palliative
consistono nell'assistenza attiva e totale dei pazienti terminali quando la malattia non risponde più alle terapie ed il controllo del dolore e dei sintomi.
Le Cure Palliative hanno carattere interdisciplinare e coinvolgono il paziente, la sua famiglia e la comunità in generale. In questo senso la cura palliativa è un richiamo al più antico e basilare concetto di cura: provvedere alle necessità ed esigenze dei pazienti in qualsiasi luogo si trovino o abbiano scelto per essere curati, al domicilio o in ambito ospedaliero.cure palliative

Le Cure Palliative sono rivolte al controllo del dolore, di tutti gli altri sintomi che non può manifestare un paziente affetto da una malattia cronica progressiva che non risponde più ai trattamenti clinici.
Sono cure anche volte ad aiutare il paziente e i suoi familiari per superare disagi di carattere psicologico-emozionale-sociale e spirituale in modo da migliorare la qualità della vita.

Le Cure Palliative richiedono l'intervento di diverse figure professionali competenti: infermieri, medici, fisioterapisti, assistenti sociali e psicologi.
Tali cure possono essere realizzate a domicilio se il paziente lo desidera la famiglia, supportata adeguatamente, può diventare parte integrante dell'assistenza.

Cure domiciliari integrate di terzo livello e cure domiciliari palliative a malati terminali.
Dette cure consistono in interventi professionali rivolti a malati che presentano dei bisogni con un elevato livello di complessità in presenza di criticità specifiche:

  • malati terminali (oncologici e non);
  • malati portatori di malattie neurologiche degenerative/progressive in fase avanzata (SLA, distrofia muscolare);
  • fasi avanzate e complicate di malattie croniche;
  • pazienti con necessità di nutrizione artificiale parenterale;
  • pazienti con necessità di supporto ventilatorio invasivo;
  • pazienti in stato vegetativo e stato di minima coscie.

Tra questi per i malati terminali è individuato un profilo specifico di cure palliative che richiede l’intervento di una équipe dedicata di cui fa parte il medico di medicina generale.
A determinare la criticità e l’elevata intensità assistenziale concorrono l’instabilità clinica, la presenza di sintomi di difficile controllo, la necessità di un particolare supporto alla famiglia e/o al care-giver10.

Presupposti di base rimangono la valutazione multidimensionale, la presa in carico del paziente e l’individuazione di un piano di cura con intervento di tipo multidisciplinare. Tali cure sono richieste dal medico responsabile del paziente.
Si tratta di interventi programmati sui 7 giorni settimanali e per le cure palliative è prevista la pronta disponibilità medica sulle 24 ore di norma erogata dall’èquipe di cura e comunque da medici specificatamente formati.